I am an AideXerCome nasce un prodotto di AideXa: la parola a Francesco Vercesi

Cliente, tecnologia e integrazione di competenze: il ruolo di Chief Product & Agile Organization Officer in Banca AideXa
 minuti di lettura
I am an AideXer

Condividi

Francesco Vercesi da qualche mese è diventato Chief Product & Agile Organization Officer di Banca AideXa.

Con un passato in un grande gruppo bancario e una sensibilità per tutto ciò che riguarda il mondo imprenditoriale, ve lo presentiamo ora con quattro domande e una breve intervista:

Come spiegheresti il tuo lavoro a tua nonna?

Le direi che sono a capo di una squadra di persone assieme a cui sviluppo i prodotti di una banca digitale e con cui mi preoccupo quotidianamente che siano utili e piacciano ai nostri clienti.

Quale App ti ha cambiato la vita?

Whatsapp e Trello.

Whatsapp ha cambiato il modo con cui comunichiamo ed utilizziamo il telefono.

Trello invece mi aiuta a rimanere organizzato nelle cose importanti di ogni giorno, sia al lavoro che a casa. Un’app irrinunciabile per chi prova una piccola soddisfazione nello spuntare le voci di una to do list.

Se AideXa ti prestasse € 100.000 per lanciarti in un nuovo business, dove investiresti?

Penso che questi anni di pandemia ci abbiano insegnato quanto sia importante il tema della salute: da quella fisica a quella finanziaria.

Per questo investirei per migliorare la salute finanziaria delle persone e delle aziende sviluppando un tool per AideXa che aiuti il cliente a gestire i propri soldi in modo sostenibile.

Per la salute della persona invece investirei in uno strumento che, con l’utilizzo dei dati, aiuti a identificare e risolvere in anticipo problematiche sanitarie.

L’impresa più bella di sempre, secondo te.

Tre sono le imprese che ammiro di più:

  • Satispay: un’impresa nata da ragazzi che hanno saputo pensare in grande, tanto da diventare un punto di riferimento nel mobile payment.

  • Telepass: un’azienda da sempre nelle abitudini e consumi degli italiani e che ha saputo trasformarsi in ottica digitale. Ha spostato il concetto di mobilità dal casello autostradale, ad una scatoletta, fino ad un’app.

  • Apple: una big tech che ha saputo andare avanti nonostante la perdita del proprio founder ed è diventata un brand che va oltre la dimensione aziendale.

Ma per me ogni imprenditore, dal più piccolo al più grande, è un capitano coraggioso alla guida della propria impresa.

Aiutare il cliente con il prodotto giusto, al momento giusto

Se Francesco nella vita privata è un appassionato di triathlon, sport con tre anime diverse che gli permette nel tempo libero di staccare la mente e misurarsi con se stesso, sul lavoro invece è il responsabile di ogni prodotto di Banca AideXa: dalla strategia allo sviluppo, fino alla gestione dei processi post-vendita.

Da novembre 2021 Francesco Vercesi è infatti entrato a far parte della squadra di AideXa.

Dopo 24 anni in un grande gruppo bancario, dove conosce e lavora con Roberto Nicastro, Presidente di AideXa, comincia a seguire il mondo delle startup fintech da vicino. Quando si concretizza la possibilità di entrare in AideXa, non ci pensa due volte.

In Banca AideXa, oltre allo sviluppo del prodotto Francesco si occupa anche di quello organizzativo, in cui disegna i processi e assicura che si parlino con i prodotti da erogare, fornendo inoltre le soluzioni più adatte per le piccole e medie imprese del territorio.

Più AideXa cresce, più questo lavoro diventerà complesso, fatto di segmenti e canali diversi per i bisogni sempre più specifici che andremo a soddisfare.

Francesco Vercesi

C’è la volontà di crescere molto velocemente. E c’è la volontà di farlo bene. Lo sviluppo e la gestione di un prodotto sono processi che non hanno fine, in cui vengono prese decisioni ogni giorno, e quotidianamente si osserva quali sono i possibili miglioramenti per il cliente.

La metodologia agile era qualcosa con cui già Francesco aveva a che fare prima ancora che venisse dichiarata come tale. “Talvolta i metodi utilizzati nei progetti tradizionali richiedevano talmente tanto tempo, che al momento dell’uscita in produzione il prodotto concepito in origine era già obsoleto” afferma Francesco.

Essere un’organizzazione agile significa rilasciare piccole cose, un po’ alla volta, avendo la possibilità di comprendere ad ogni passo se stiamo percorrendo la strada più giusta per i nostri clienti.

Francesco Vercesi

Integrare le competenze è la chiave

Non solo prodotto e organizzazione. Il saper lavorare in team cross funzionali è per Francesco una competenza altrettanto fondamentale. I membri di un gruppo devono imparare a capirsi, a dialogare con persone con competenze tecniche anche molto diverse dalle proprie.

Chi viene da un percorso in ambito prodotto deve interessarsi vivamente alla tecnologia, mentre chi viene da quello tecnologico, deve imparare ad essere orientato al cliente” sottolinea infatti Francesco.

Integrare le competenze, completarsi a vicenda senza sostituirsi, è la chiave per raggiungere un buon risultato e un obiettivo comune.

Stare a contatto con persone con formazioni diverse è per Francesco anche un modo per tenersi aggiornato e imparare cose nuove ogni giorno, soprattutto quando queste persone sono i ragazzi che fanno parte di AideXa.

Un management top che incontra i giovani: il valore aggiunto di AideXa

Infatti, ci sono due fattori che secondo Vercesi rendono Banca AideXa così diversa dalle altre realtà: da una parte i giovani che ne fanno parte hanno una competenza tecnica avanzatissima per la loro età, hanno opinioni forti, ma sono sempre aperti all’ascolto e alla collaborazione reciproca.

Dall’altra il management team, fatto di figure di grande standing, riunisce esperienze molto ricche e complementari, e riesce a guidare AideXa nei suoi obiettivi di sostenibilità e crescita aziendale.

"Esiste un’opportunità molto concreta di servire bene le piccole e medie imprese, un segmento non facilissimo da gestire ma che di fatto ha bisogno di una banca” afferma. E infatti, tra gli aspetti del proprio lavoro che più coinvolgono Francesco, il rispondere in maniera concreta alle esigenze di crescita delle PMI del territorio italiano è sicuramente quello più importante.

Banca AideXa è un posto in cui siamo ancora artefici di quello che facciamo e di come lo facciamo, quindi chi entra in AideXa incide, ha davvero un valore

Francesco Vercesi